Settembre è un mese difficilissimo

Sii ciò che ti rende felice

Settembre è un mese difficilissimo

Sono indietro con tutto…clienti, fatturato, risultati che non riesco a raggiungere.
Ho bucato praticamente il mese e non sono riuscita a concludere nulla!!
Gli altri sembra che siano sempre avanti e provo frustrazione.
Sento la pressione del disordine mentale, della mancanza di focus, della scarsa lucidità!!
Faccio fatica a concentrarmi, a concretizzare, a produrre.
Non riesco a prendere decisioni e rimando in continuazione tutto.
———————————————————————————————————————————————————
Sono più o meno queste le frasi che ho “registrato” durante le ultime settimane.
Sono alcuni blocchi dei professionisti che incontro e che si affidano a me per ritrovare fiducia nel loro valore unico.
Se anche tu senti che Settembre è stato il mese delle aspettative infrante questo post è per te 😊
Viviamo troppo “accelerati”. I nostri pensieri sono “accelerati”.
I nostri comportamenti, soprattutto nel mondo digitale, sono “accelerati”.
Forse ti sarai fatto queste domande:
* Perchè non riesco ad essere produttivo?
* Perchè in questo mese non sono ispirato?
* Perchè sono bloccato e non riesco a produrre risultati?
* Perchè rimando in continuazione tutto?
* Perchè mi sveglio con una sensazione di stanchezza?
La radice di tutti questi disagi, spesso, dipende proprio dal nostro modo di pensare.
Sbloccare il tuo atteggiamento mentale ti permettere di sbloccare i tuoi risultati e anche quelli degli altri.
La verità è che non abbiamo abbastanza consapevolezza o fiducia nel nostro potenziale e nei risultati che siamo in grado di raggiungere.
Ci facciamo scoraggiare dal ricordo dei fallimenti.
Riviviamo un po’ la storia dell’elefante che non si accorge di essere cresciuto e di essere un animale formidabile. Rimane ancora aggrappato al ricordo della feroce lotta contro una catena e un palo che non cedevano. Per questo motivo, nonostante avrebbe potuto liberarsi, aveva smesso di provarci.
Morale della favola: spesso è più forte il ricordo dei fallimenti passati che la reale possibilità del presente.
Ci sono passata anch’io!!
Troppo spesso siamo divorati dai pensieri.
Abbiamo un’enorme e sterile velocità di pensieri, la maggior parte inutili.
Per questo motivo ci capita di leggere una pagina di un libro o di seguire una lezione e non ricordiamo nulla.
Per questo stesso identico motivo non riusciamo a prendere decisioni.
Questa spirale depotenziante è molto dannosa per la nostra salute, per la nostra creatività. Di conseguenza per il nostro benessere e per le nostre tasche.
I pensieri sono come semi che riproducono piante.
Se i nostri pensieri sono positivi, riproducono piante rigogliose.
Se i nostri pensieri sono negativi, riproducono piante velenose.
Qual è la soluzione?
RALLENTARE, RALLENTARE, RALLENTARE!!!
Se non sai da dove cominciare, ho pensato di farti un regalo (disponibile solo per i prossimi 3 giorni, ovvero fino al 1 Ottobre): una copia digitale del mio libro.
É tempo di fare un bel “passo della sosta”. Se ancora non conosci il mio libro “Il passo della sosta – 365 passi per coltivare tua unicità”, questa è la tua l’occasione.
Il passo della sosta ha cambiato l’atteggiamento mentale di centinaia di persone. E’ il primo pilastro del mio percorso formativo “7 settimane per valorizzare la tua unicità”, con cui decine di professionisti hanno già spiccato il volo, ritrovando fiducia nel proprio valore unico, eliminando il superfluo e andando dritti all’essenziale per attrarre clienti e opportunità di lavoro allineati ai propri valori, guadagnare di più e liberare tempo ed energie per stare con la famiglia, gli affetti e coltivare i propri hobbies.
La sosta, all’interno di qualsiasi cammino, è elemento fondamentale per rimettere ordine alle idee, riorganizzarci, rifocillarci e ripartire con nuovi stimoli e nuova forza.
Il “passo della sosta” ha questo significato metaforico: all’interno del proprio percorso di crescita, ognuno di noi trova l’andatura giusta per sé, sosta quando ne ha bisogno, recupera energie e concentrazione, fa un passo in avanti pur stando fermo, per poi proseguire il suo percorso e spiccare il volo.
Se anche tu vuoi riprendere la marcia giusta e “recuperare” il tuo focus, prenota ora la tua copia gratuita del libro “Il passo della sosta”, scrivimi in privato attraverso i Social.
Al tuo impatto positivo 🥂❤️
Con gioia,
Caterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *