La parola pesca quel che non è parola

Sii ciò che ti rende felice

La parola pesca quel che non è parola

Per “arrivare all’anima delle persone” bisogna cercare di  far arrivare la “non parola”. Quando la “non parola – quello che è tra le righe- abbocca, qualcosa è stato scritto!!!

Per raccontare un’idea, un progetto, un servizio o la nostra attività professionale bisogna saper comunicare, farsi capire ed eliminare la distanza tra chi ci ascolta e noi che raccontiamo. Uno degli strumenti più efficaci per comunicare è la scrittura.

Scrivere bene significa creare un’ ambientazione “neutra” dove non siamo noi che parliamo e chi ci legge sta ascoltando, ma si tratta di un vero e proprio incontro dove dialoghiamo con il nostro lettore.

Pensiamo al nostro lettore. Che lavoro fa? Cosa pensa? Cosa leggerebbe?

Per prima cosa è necessario capire chi è il nostro pubblico. È fondamentale non solo per scrivere un buon piano editoriale. Conoscere il nostro target ci consentirà di proporre argomenti che lo interessano e di rivolgerci a lui con il tono giusto. Se ancora non abbiamo idea di chi sia il nostro pubblico vuol dire che dobbiamo compiere delle misurazioni.

Una volta individuato il target facciamoci una domanda. Qual è il mio valore unico?

Rispondendo prima a questa domanda potremo certamente preparare un buon piano editoriale mensile dove segnare i diversi temi che affronteremo nelle varie pillole. Fare questo ci permetterà di coordinarci con le altre attività di marketing, di ragionare sugli obiettivi, di stendere un piano d’azione preciso e di capire cosa funziona e cosa no.

Prendiamo come spunto per scrivere i nostri articoli o post da alcuni stili di scrittura sul web:

  • Articoli tips, che spiegano come si fa una determinata cosa (come creare un post carosello?)
  • Articoli che rispondono ad un interrogativo ben preciso: i tuoi clienti ti chiedono spesso una cosa? Fanne un articolo e scrivi la risposta sul tuo blog o sui tuoi Social Network
  • Articoli lista o cosidetti “acchiappaclick” , che mettono insieme delle liste di servizi, prodotti o soluzioni.
  • Articoli che riprendono le news del nostro settore: tenersi aggiornati sulle news di settore è un dovere sia per noi che per i lettori interessati all’argomento
  • Casi studio su argomento specifici
  • Interviste ad esperti del settore (vedi #digitalbench 😉)
  • Articoli di opinione: i vecchi editoriali

Buona esplorazione

Caterina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *